Via Tommaso Salvini, 4 - 20122 Milano

Via Alfredo Campanini, 7 - 20124 Milano

Corso Buenos Aires, 77 - 20124 Milano

tel: 02.7606791

fax: 02671104101

mail: mail@uiltucslombardia.it


Get Adobe Flash player

Pensieri e riflessioni

Si fa presto a dire spending review...

Piaccia o non piaccia l’Italia è sottoposta alle “raccomandazioni” delle Istituzioni europee ed è soggetta ai vincoli del patto di stabilità che non sono stati ricontrattati e forse mai lo saranno. Siamo noi purtroppo a dover dimostrare a “chi” decide, di meritare l’aiuto che ci serve per uscire dalla preoccupante stagnazione nella quale siamo precipitati e dalla quale si può uscire solo mediante misure adeguate e convergenti sia a livello nazionale che europeo. Tutti sanno che solo con investimenti che creano un clima di fiduciosa attesa è possibile ri-creare lavoro aggiuntivo in grado di assorbire disoccupati, ma “l’Europa ci chiede” di ricavare le prime risorse dalla spesa pubblica di cui alla spending review preparata dal commissario Cottarelli. Aldilà della solita e insopportabile spavalderia di Renzi - accompagnata da abbondante retorica e continue banalizzazioni - non si può non essere d'accordo con il contrasto alla corruzione e agli sprechi, così come non si può non essere in disaccordo con l'eventuale riduzione di servizi e prestazioni di carattere sociale. Il nostro Presidente del Consiglio vuole dimostrare di essere più bravo di tutti, “costi quel che costi”, ma solo quando sapremo come e dove si taglia capiremo in funzione di quale obiettivo si attua questa spending review di 20(?) miliardi. Che altro è un taglio del 3% per ogni ministero se non la volontà di fare cassa in modo “lineare” anche se chiamato proporzionale? Di una revisione seria della spesa pubblica l'Italia ha comunque bisogno, ma è necessario che sia coerente con l'obiettivo di promuovere sviluppo economico più orientato alla sostenibilità socio ambientale. Il come si spende il denaro pubblico non è meno importante di quanto si spende e, pur nella consapevolezza delle note difficoltà di contesto, non si può non “esigere” dal Segretario del Partito Democratico e Presidente del Consiglio un'azione di governo orientata al riequilibrio sociale. Tagliare sanità per girarla all’irap in un paese con una parte della popolazione che non riesce più a curarsi, sarebbe profondamente sbagliato. Forse Renzi comincia a capire che governare è cosa diversa dal rottamare e dal prendere decisioni una tantum non in grado di dare una direzione al cambiamento. Cosa c’è concretamente, voce per voce, dentro la spending review? Se sono 20 miliardi di sprechi, di acquisti e consulenze allegre, non si può essere contro. Se invece sono tagli che incidono negativamente nella vita di persone già stressate o in gravi difficoltà, è doveroso opporsi anche perchè si configurerebbe come una partita di giro senza alcun effetto sul rilancio dei consumi e dell'occupazione. Gli 80 euro del 2014 andrebbero letteralmente in fumo. All’Italia non serve una qualsiasi spending rewiev ma una revisione della spesa seria, onestamente presentata e argomentata, come parte di un realistico riequilibrio di politica economica e sociale, di risanamento e trasparenza istituzionale. Renzi e Holland non possono cavarsela con la conquista di alcune nomine a livello europeo, dove è del tutto evidente che i posti più importanti sono stati occupati dai popolari sotto il controllo politico della coppia Juncker-Merkel. Niente di nuovo sotto il sole... c’è solo da sperare che il compromesso tra popolari e socialisti europei si riveli all’altezza del problemi, almeno dal punto di vista congiunturale. Non siamo messi molto bene ed è preoccupante che il “nostro” Presidente del Consiglio senta il bisogno di dire “meglio arrogante che rassegnato”. Possibile che tra questi due poli estremi e stucchevolmente retorici non veda altro e non senta il bisogno di capire che cosa hanno bisogno l’Italia e gli italiani... ?

G.G.

Prev Next

Riapre l'Ufficio Vertenze a Monza

Riapre l'Ufficio Vertenze a Monza

La UILTuCS di Monza e Brianza - rappresentante i lavoratori del Turismo, Commercio e Servizi/Terziario - riapre a Monza il SERVIZIO VERTENZE presso la CST UIL di Via Ardigò, 15 - Monza...

Area Sindacale n. 101 - Settembre 2014

Area Sindacale n. 101 - Settembre 2014

  é in linea Area Sindacale n. 101 di Settembre 2014 In questo numero:   Riforma Poletti: la strada per il paradiso lastricata di cattive intenzioniL’ennesima serranda si abbassa su un locale AutogrillAssegni al...

Autogrill Monza (centro commerciale Auchan): chius…

Autogrill Monza (centro commerciale Auchan): chiusa positivamente la trattativa!

A distanza di pochi mesi dalla chiusura degli storici Autogrill di Corso Europa a Milano e di Corsico, il 31 Luglio 2014 si sono spente definitivamente le luci su un...

Firmato l'accordo per il passaggio di 53 punti ven…

Firmato l'accordo per il passaggio di 53 punti vendita da Billa in Gs

  Nella serata del 30 luglio 2014 è stato firmato a Milano dalle Segreterie Nazionali Uiltucs, Filcams, Fisascat l’accordo relativo alla procedura di 428 aperta da Billa e GS S.p.A e...

Gruppo Coin si quota in borsa: banche troppo care!

Gruppo Coin si quota in borsa: banche troppo care!

Il 17 Luglio si è tenuto in Bologna presso l’hotel Excelsior l’incontro con Gruppo Coin per l’annunciata procedura di trasferimento di azienda ex legge 428/1990.Dal 1 agosto 2014 Gruppo Coin...

Area Sindacale n. 100 - Agosto 2014

Area Sindacale n. 100 - Agosto 2014

  é in linea Area Sindacale n. 100 di Agosto 2014 In questo numero:   Intervento di Massimo Aveni Intervento di Roberto Pennati Intervento di Gabriella Dearca Intervento di Bruno Pilo Contratti a termine...

Federdistribuzione e rinnovi contrattuali, proprio…

  Di sicuro il contesto economico di difficoltà nel quale ci troviamo da alcuni anni e da cui stiamo cercando faticosamente di uscire non è il migliore per rinnovare i contratti...

Area Sindacale n. 99 - Luglio 2014

Area Sindacale n. 99 - Luglio 2014

  é in linea Area Sindacale n. 99 di Luglio 2014 In questo numero:   Intervento di Michele TamburrelliIntervento di Nino IlardaIntervento di Marco SorioIntervento di Luca RodilossoIntervento di Sergio Del Zotto   scaricalo!                

Rumore e rischi postura nel terziario: una indagin…

Rumore e rischi postura nel terziario: una indagine della ASL di Milano

Scarica la ricerca Dopo circa un anno di rilevazioni in aziende della Distribuzione Organizzata (OVS, H&M, Zara etc.) di Milano, la ASL di Milano ha prodotto un interessante opuscolo che analizza...

rendiconto

rendiconto consuntivo UILTuCS Lombardia anno 2013  

Area Sindacale n. 98 - Giugno 2014

Area Sindacale n. 98 - Giugno 2014

  é in linea Area Sindacale n. 98 di Giugno 2014 In questo numero:   Documento per la Discussione CongressualeL’effetto del Bonus DL 66/2014Rolling Stones, l’elisir di giovinezzaOrmai possono chiederci qualsiasi cosaImmigrazione: UE colpevole...

Progetto filo rosso: incoraggianti i primi risulta…

Progetto filo rosso: incoraggianti i primi risultati

  Interessanti i primi risultati dell'iniziativa sul welfare aziendale dedicata ai dipendenti Coop Lombardia esaminati nella sessione odierna della commissione welfare aziendale. La commissione welfare, fortemente voluta dalla nostra organizzazione in fase...

Coop Lombardia e organizzazione del lavoro

Coop Lombardia e organizzazione del lavoro

scarica l'accordo della Coop Novate scarica l'accordo della Coop Cormano In queste settimane in molti punti vendita di Coop Lombardia a Milano si stanno effettua accordi sulla organizzazione del lavoro. La nuova...

Gruppo Coin: salute e sicurezza, organizzazione de…

Gruppo Coin: salute e sicurezza, organizzazione del lavoro e trasferimenti del personale

Il giorno 19 maggio la UILTuCS di Milano, insieme alla Filcams e alla Fisascat, ha incontrato i referenti del del Gruppo Coin per analizzare le numerose richieste del personale relative...

Salario variabile coop lombardia 2014

Salario variabile coop lombardia 2014

scarica il testo con i premi ricevuti dalle singole filiali Il 5 maggio 2014 è stato sottoscritto il verbale di accordo della "commissione salario variabile" erogato nel canale Iper e Super...

Coop Lombardia: sottoscritto l’accordo di rinnovo …

Coop Lombardia: sottoscritto l’accordo di rinnovo per l’istituzione di RLS di bacino

  scarica e leggi l'accordo Il 30 aprile 2014 le organizzazioni sindacali UILTuCS, Filcams e Fisascat hanno rinnovato l’accordo di istituzione degli RLS di Bacino nei supermercati della Lombardia. L’intesa ha l’obiettivo...

Area Sindacale n. 97 - Maggio 2014

Area Sindacale n. 97 - Maggio 2014

  é in linea Area Sindacale n. 97 di Maggio 2014 In questo numero:   Un destino di precarietàQuando anche Confcommercio ci ripensaBonus di 80 euro - condizioni e dettagliLa rete europea di assistenza...

Il ruolo della grande distribuzione organizzata ne…

Il ruolo della grande distribuzione organizzata nella materia della salute e sicurezza

  di Giovanni Gazzo La tutela della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro è un diritto/dovere di rango costituzionale e di valenza europea che in Italia purtroppo non viene esercitato...

IL permesso unico

IL permesso unico

   Con la pubblicazione sulla gazzette ufficiale n.68 del decreto legislativo del 22 marzo 2014 n.40, è diventata realtà  il Permesso unico. Il 24 febbraio scorso il governo italiano ha recepito la...

Il permesso unico

Con la pubblicazione sulla gazzette ufficiale n.68 del decreto legislativo del 22 marzo 2014 n.40, è diventata realtà  il Permesso unico.Il 24 febbraio scorso il governo italiano ha recepito la...

Area Sindacale n. 96 - Aprile 2014

Area Sindacale n. 96 - Aprile 2014

< é in linea Area Sindacale n. 96 di Aprile 2014 In questo numero:   Apprendistato e Tempo Determinato, anno 2014: libertà di abusoLa scommessa di RenziUn’illuminazione e un po’ di ragionamentoIl Contratto a...

Esselunga: a San Giuliano un accordo "normale…

Esselunga: a San Giuliano un accordo &quot;normale&quot;

Il fatto: il 20 marzo la RSU della Esselunga di San Giuliano chiude un accordo sindacale su orari e turni di lavoro del personale fulltime di tutti i reparti, e...

Federdistribuzione, ancora proposte contraddittori…

Federdistribuzione, ancora proposte contraddittorie

 Scarica il comunicato della UILTuCS Nazionale Si è svolto ieri 19 marzo a Roma l'incontro con Federdistribuzione per il rinnovo del Ccnl del Terziario nel quale sono stati ulteriormente affrontati i...

Federdistribuzione: Il rinnovo contrattuale lo pag…

Federdistribuzione: Il rinnovo contrattuale lo pagano i lavoratori

 Scarica la circolare della UILTuCS Nazionale Prosegue il confronto con Federdistribuzione per il rinnovo del Ccnl della Distribuzione Moderna. Ieri 4 marzo a Roma abbiamo avuto ancora una volta la "presentazione -...

Area Sindacale n. 95 - Marzo 2014

Area Sindacale n. 95 - Marzo 2014

é in linea Area Sindacale n. 95 di Marzo 2014 In questo numero:     Il senso di una svoltaQuale ContrattazionePer un lavoro decenteAzione sindacale e social networkNovità in busta paga dalla legge di...

Fisco locale: TASI e IMU

Fisco locale: TASI e IMU

Avevamo detto ai nostri associati, e a tutti i nostri lettori, che l'analisi della legge di stabilità meritava un approfondimento sul tema della tassazione comunale con particolare riferimento alle tasse...

Federdistribuzione: Continua il piagnisteo, ma noi…

Federdistribuzione: Continua il piagnisteo, ma noi che facciamo?

Come se non bastasse tutto quello che è stato richiesto nella scorsa puntata (l’incontro del 6 febbraio), nell’incontro del 19 febbraio Federdistribuzione si è sentita in dovere di puntualizzare alcuni...

McDonald's: tra numeri pubblicitari e realtà di ch…

McDonald's: tra numeri pubblicitari e realtà di chi ci lavora

Mentre a Milano McDonald's vuole introdurre i turni spezzati, a Napoli realizza le partnership con aziende che riducono l'occupazione e tagliano i diritti...  Questo accade nella realtà mentre la comunicazione...

Confcommercio, si cominciano a scoprire le carte

Confcommercio, si cominciano a scoprire le carte

Scarica il comunicato della UILTuCS Nazionale Nell'incontro che si è tenuto il 12 febbraio a Roma per il rinnovo del Ccnl Terziario si sono affrontati, tra gli altri, i temi che...

Federdistribuzione: richieste contraddittorie e sf…

Federdistribuzione: richieste contraddittorie e sfrontatezza!

scarica il comunicato della UILTuCS Nazionale Il giorno 6 febbraio 2014 si è svolto a Roma il secondo incontro tra OO.SS e Federdistribuzione nell'ambito del rinnovo del CCNL per le aziende...

Area Sindacale Express!

Se vuoi ricevere nella tua mail il nostro mensile "Area Sindacale", devi solo iscriverti gratuitamente alla Mail List, inserendo il tuo nome e l'indirizzo email dove verrà spedita la newsletter.
Ricordati di rispondere alla mail che ti sarà inviata entro pochi minuti, per confermare l'autenticità della tua adesione

Coin Oviesse

 

 

oviesse logoIl 17 Luglio si è tenuto in Bologna presso l’hotel Excelsior l’incontro con Gruppo Coin per l’annunciata procedura di trasferimento di azienda ex legge 428/1990.
Dal 1 agosto 2014 Gruppo Coin scorpora alcuni negozi della società per costituire una cosiddetta NEW.CO che sarà quotata in borsa. Il gruppo infatti lamenta da tempo l’eccessiva esposizione verso le banche e l’indebitamento che porta a pagare interessi altissimi. Si vuole quindi modificare il rapporto espositivo chiedendo il finanziamento direttamente agli investitori attraverso la quotazione del titolo in borsa che dovrebbe avvenire quando i mercati finanziari saranno più stabili, prevedibilmente ad ottobre.
La new.co prenderà il nome di Oviesse S.p.A. nel momento della quotazione in borsa e raggrupperà tutti i negozi ad insegna Oviesse,  Kids (tot. 479 negozi 5586 dipendenti)  Upim e blu kids più residuale negozi Bernardi 125 p.v. 1145 dipendenti. A questi si aggiungono una parte del personale di sede, circa 348 persone, che oggi sono già focalizzate sulle attività delle filiali che passano alla nuova società. La nuova società sarà quotata per il 30-40% del capitale stimato.

Leggi tutto...

coin palazzo rev1Il giorno 19 maggio la UILTuCS di Milano, insieme alla Filcams e alla Fisascat, ha incontrato i referenti del del Gruppo Coin per analizzare le numerose richieste del personale relative ai trasferimenti di filiale in filiale che vengono segnalate sempre più frequentemente sia nelle assemblee che nei colloqui.

Le richieste di trasferimento sono state oggetto di trattativa nell’ultimo accordo sulla mobilità aziendale sottoscritto con il gruppo risalente al 2013. In quell’accordo, infatti, a fronte di una mobilità aperta sul territorio di Milano che si è tradotta in un esodo incentivato delle persone, le organizzazioni sindacali hanno chiesto di  riorganizzare il presidio lavorativo anche attraverso la gestione delle richieste di trasferimento che numerosi dipendenti fanno periodicamente pervenire all’azienda e al sindacato. Il fenomeno, peraltro, è in forte espansione anche a causa degli orari di lavoro sempre più disagevoli applicati nei punti vendita. Alcune lavoratrici, infatti, abitano dalla parte opposta alla citta rispetto alle filiali dove lavorano e, se part time, gli spostamenti quasi assorbono più tempo e risorse economiche di quelle che vengono introitate, se full time, per lavorare poco più di 7 ore devono impegnare anche 13 o 14 ore del loro tempo di vita perché con la logica dello “spezzato” (di 3 ore o più), diventa comunque impossibile rientrare nei pressi del proprio domicilio dove solitamente si attende alle vicende familiari (commissioni, figli etc.).

Leggi tutto...

coinScarica il contratto integrativo firmato

Scarica la lettera di chiarimenti di Gruppo Coin

Scarica la circolare esplicativa della UILTuCS Nazionale

Martedì 30 aprile 2013 si è svolto a Bologna l’incontro conclusivo fra Gruppo Coin, sindacati e delegati  per siglare l’accordo circa il nuovo contratto integrativo aziendale.  
Le novità sostanziali in esso contenute riguardano l’eliminazione dell’E.R.A sostituito dal nuovo premio e differenti percentuali di maggiorazione per quanto concerne la retribuzione del lavoro domenicale, il tutto tramite scalettatura e definitiva entrata in vigore dal 2015.

 

Leggi tutto...

oviesse logoSi chiude con un accordo sindacale il licenziamento dei 29 dipendenti del gruppo Coin avviato con una procedura di mobilità aperta il 7 marzo 2013.
Come è possibile leggere nelle nostre precedenti comunicazioni l’azienda voleva licenziare gli 8 dipendenti della filiale Oviesse di via Paolo Sarpi e 21 lavoratori dichiarati in esubero in alcune filiali Coin e Upim.
Il 2 aprile, dopo un serrato confronto con Gruppo Coin  sviluppatosi per diversi incontri, le Organizzazioni Sindacali e l’azienda hanno trovato un accordo per assorbire tutti gli esuberi attraverso soluzioni organizzative e con il criterio della messa in mobilità sull’esclusivo criterio della volontarietà.
Scarica l’accordo sindacale per saperne di più

coinRaggiunta finalmente l'intesa con gruppo Coin e scongiurata la disdetta del contratto integrativo. I punti piú ostici della trattativa, quelli relativi alle domeniche e al salario variabile, sono stati chiusi con una mediazione sofferta ma equilibrata rispetto ai rischi della disdetta e alle posizioni iniziali dell'azienda.

Leggi tutto...

insegna coinIl 2013 non si aprirà sotto i migliori auspici per i 10.000 lavoratori del gruppo Coin. Dopo settimane di confronto
permane lo stallo e la distanza tra le richieste di abbattimento dei costi dell'azienda e le richieste del sindacato di dare spazio alle legittime richieste dei lavoratori di ottenere una organizzazione di lavoro più equa.
Con la firma dell'intesa del 18 dicembre le organizzazioni sindacali prendono atto della scelta unilaterale dell'azienda di applicare le sole maggiorazioni previste dal CCNL Terziario a partire da gennaio 2013 in luogo di quelle previste dal contratto integrativo aziendale

Leggi tutto...

sciopero ovsil 5 dicembre 2012 organizzazioni sindacali e gruppo Coin si sono incontrate per definire il perimetro del nuovo contratto integrativo aziendale. Nonostante gli scenari economici negativi dell'andamento delle vendite aziendale è la tenuta di un contratto integrativo li dove altre aziende della distribuzione organizzata hanno disdettato le inteste, è risultata non accettabile la proposta dell'azienda di portare le maggiorazioni per lavoro domenicale al 35% sia per chi ha l'obbligo che per chi non è tenuto alla prestazione domenicale da contratto individuale.
Si tratta sicuramente di un passo avanti rispetto alla precedente proposta che chiedeva di attestare la percentuale di maggiorazione al 30% per tutti ma ancora molto lontana da una equa definizione di questa partita.
Il 18 gennaio il coordinamento dei lavoratori del Gruppo (che ricordiamo comprendere le insegne OVS, Yana, Bernardi, Upim oltre a ex Mela Blu e Gusella) deciderà sulle ultime propoposte che dovessero emergere nel frattempo e decidere quali iniziative intraprendere sulla vicenda del contratto integrativo.

In Evidenza

Stiamo rinnovando il CCNL del Terziaio e della Distribuzione Cooperativa

cassa-supermercatoSettembre è il mese della consultazione per l'ipotesi di Piattaforma di Rinnovo del Contratto nelle aziende che applicano il CCNL del Terziario Distribuzione e Servizi e nelle aziende che applicano il CCNL della Distribuzione Cooperativa.

E' quindi avviata la fase di rinnoo di questi due importanti Contratti Collettivi ed in questo spazio renderemo disponibili i documenti che verranno prodotti: