Via Tommaso Salvini, 4 - 20122 Milano

Via Alfredo Campanini, 7 - 20124 Milano

Corso Buenos Aires, 77 - 20124 Milano

tel: 02.7606791

fax: 02671104101

mail: mail@uiltucslombardia.it


Get Adobe Flash player

Pensieri e riflessioni

Reato di tortura: morale e significato di una sentenza
Ci stiamo avvicinando alla festa della Liberazione ma evidentemente non ci siamo ancora liberati da certi demoni che inducono chi ha potere ad abusarne fino al punto di commettere un crimine odioso come quello della tortura. Questo purtroppo è stato certificato da una umiliante sentenza della Corte europea per i diritti dell’uomo che ha condannato l’Italia non “solo” per le violenze della polizia nei confronti di numerose persone all’interno della scuola Diaz di Genova durante il G8 del 2001 ma anche per aver ostacolato le indagini per l’individuazione e la punizione dei responsabili, oltre al fatto di non avere una legislazione adeguata per prevenire un reato radicalmente incompatibile con i nostri valori fondamentali. Valori e principi fondamentali non per modo di dire ma nel senso che fondano un sistema di convivenza basato sul primato della persona verso la quale il potere e tutti i poteri - nella società, nel lavoro e ogni altro ambito relazionale-, hanno obblighi ben precisi. Sono passati 70 anni da quando ci siamo liberati dalla dittatura fascista e dai suoi sistemi violenti di controllo e repressione del dissenso e d’ogni altra diversità considerata incompatibile con quel famigerato regime, eppure si è potuto ripetere, non certo una sola volta, un abuso di potere talmente grave da giustificare la condanna di un Paese democratico come l’Italia, anche per il fatto di non avere una legge contro la tortura coerente con la sua Costituzione e con la Carta europea dei diritti. Una sentenza che mette a nudo la relativa arretratezza di un Paese che non riesce a fare il salto di qualità su numerosi problemi afferenti la sfera dei diritti la cui soluzione ci farebbe fare un salto di qualità in termini di convivenza civile. E sono problemi di grande significato civile e culturale che non costano, ma sono strutturali non meno di quelli economici e finanziari. Dopo la sentenza choc della Corte europea i partiti si sono dati una mossa per approvare in fretta e furia il reato di tortura in modo ambiguo, per dimostrare che non è un manifesto contro le forze dell’ordine, come se condannare l’abuso di potere della polizia fosse di per se un atto di accusa nei confronti di un’intera Istituzione, non già di chi si macchia di un simile tradimento nei confronti dello Stato democratico e dei suoi cittadini. La Storia insegna che il fascismo non muore mai del tutto e che in democrazia i poteri devono essere delimitati, bilanciati e controllati attraverso buone leggi, partecipazione dei cittadini e informazione indipendente che non sempre, purtroppo, riesce ad essere all’altezza del compito. Anche su questi gravissimi fatti sarebbe calato il silenzio se un cittadino -Arnaldo Cestaro, oggi settantacinquenne-, massacrato di botte nel corso di quel violento blitz, non avesse avuto il coraggio e la benemerita volontà di fare ricorso, a spese sue, alla Corte europea per i diritti umani. La memoria è importante non solo per ricordare date e avvenimenti che hanno fatto Storia, ma anche e soprattutto per rinnovare la volontà di rendere sempre attuali i principi di convivenza non soggetti alla logica dell’ingannevole dualismo tra vecchio e nuovo, oggi di moda. I diritti umani non si rottamano mai: chi lo fa rottama la propria intelligenza e la propria umanità, prosciugando alla fonte la possibilità del tipo di cambiamento di cui c’è bisogno in Italia, in Europa e ancor più nel mondo: diritti come strumento di giustizia e motore di sviluppo. Alla scuola Diaz si è verificato un violento abuso di potere, come avviene quotidianamente, in forme certo meno pesanti ma pur sempre lesive, anche nel mondo del lavoro, per effetto di una pericolosa assuefazione alle logiche della mitica competitività che è diventata il lasciapassare di un miserabile dumping sociale verso il quale la cosa più sensata da fare è continuare a lottare per una concezione del lavoro meno barbara e antimoderna...
G.G.

Prev Next

15 Aprile 2015 Sciopero Nazionale del Turismo - Vo…

A due anni dalla scadenza del precedente contratto i dipendenti delle aziende del Turismo aderenti alla FIPE ed a Confindustria, sono ancora senza rinnovo contrattuale. Le retribuzioni sono ferme dal...

Limoni e la Gardenia si sfilano dal Contratto Nazi…

Limoni e la Gardenia si sfilano dal Contratto Nazionale del Lavoro appena rinnovato

  Dall'ingresso del Fondo Orlando Italy nella gestione aziendale, nell'estate 2012, le profumerie Limoni hanno subito un attacco alle condizioni del lavoro come mai se ne erano visti nell'intero passato dell'azienda.Tra...

Firmata l'Ipotesi di rinnovo del CCNL del Commerci…

Firmata l'Ipotesi di rinnovo del CCNL del Commercio

Nella tarda serata di lunedì 30 marzo è stata sottoscritta unitariamente l'ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto Nazionale del Terziario Confcommercio. Dopo mesi di difficile trattativa è stata data...

Area Sindacale n. 108 - Aprile 2015

Area Sindacale n. 108 - Aprile 2015

  é in linea Area Sindacale n. 108 di Aprile 2015 In questo numero:   Responsabilità civile dei Magistrati e Jobs ActSciopero per il rinnovo del Contratto del TurismoL’Autogrill che vorrei per tutti i...

Sciopero per il rinnovo del contratto del turismo

Sciopero per il rinnovo del contratto del turismo

Il 15 aprile 2015, a Milano, Roma e Taormina, i lavoratori del turismo incroceranno le braccia per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto ormai da due anni. L’ultimo...

I diritti delle persone LGBT nel luogo di lavoro

I diritti delle persone LGBT nel luogo di lavoro

Conosci le discriminazioni verso le persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transessuali? ARCIGAY presenta una breve guida sui loro diritti nei posti di lavoro. Se ti senti vittima o potenziale vittima di fenomeni...

Area Sindacale n. 107 - Marzo 2015

Area Sindacale n. 107 - Marzo 2015

  é in linea Area Sindacale n. 107 di Marzo 2015 In questo numero:   EXPO: la città degli invisibiliTutele crescenti e Appalti: la bufera sui diritti7 MinutiImmigrazione: Fuga migranti dal terrore Isis in...

Area Sindacale n. 106 - Febbraio 2015

Area Sindacale n. 106 - Febbraio 2015

  é in linea Area Sindacale n. 106 di Febbraio 2015 In questo numero:   Di fatto Famiglie!Patologia politica del Jobs Act2014: un deludente bilancio per l’immigrazione.La Nuova Assicurazione Sociale Per l’Impiego 2015Come siamo...

Gruppo Coin: chiusura punti vendita e ricollocazio…

Gruppo Coin: chiusura punti vendita e ricollocazioni

  Come programmato negli scorsi incontri,  il 7 gennaio le Organizzazioni Sindacali e Gruppo Coin si sono viste per discutere alcune tematiche legate alla chiusura dei punti vendita di OVS Bresso...

Area Sindacale n. 105 - Gennaio 2015

Area Sindacale n. 105 - Gennaio 2015

  é in linea Area Sindacale n. 105 di Gennaio 2015 In questo numero:   L’insegnamento di ScalariniChi non conosce la storia è condannato a riviverlaMemoria e StoriaIl BuioAntifascisti SempreImmigrazione: la duplice realtà dell’accoglienzaModalità...

1914 - 2014: Cento anni dalla Grande Guerra

1914 - 2014: Cento anni dalla Grande Guerra

Centenario della prima guerra mondiale attraverso le immagini di Giuseppe Scalarini Lunedì 22 Dicembre 2014, ore 9.00Teatro della Cooperativa, Via Privata Hermada 8 Milano  Interventi di:Giovanni Gazzo, Presidente Uiltucs Lombardia;Ferdinando Levi, nipote di...

I lavoratori di Yahoo! Italia in agitazione sindac…

I lavoratori di Yahoo! Italia in agitazione sindacale contro licenziamenti

La nota media company Yahoo!, fornitrice di servizi internet rivolti al mondo business e consumer, che attualmente gode di ottima salute dal punto di vista finanziario e il cui titolo in borsa...

Area Sindacale n. 104 - Dicembre 2014

Area Sindacale n. 104 - Dicembre 2014

  é in linea Area Sindacale n. 104 di Dicembre 2014 In questo numero:     L’indebolimento dell’articolo 18 e la svolta autoritaria “Triton”: la risposta europea all’emergenza immigrazione nel Mediterraneo ASPI ai lavoratori sospesi Cent’anni fa: la...

Chiudono le storiche filiali di OVS Bresso e UPIM …

Chiudono le storiche filiali di OVS Bresso e UPIM corso Buenos Aires

Ricollocazione e valorizzazione della professionalità acquisita. Si potrebbe riassumere così  l’incontro, avvenuto il 19 novembre presso l’Hotel  Andriola a Milano, avente lo scopo di affrontare l’impatto occupazionale che potrebbe derivare...

12 dicembre 2014: Sciopero Generale!

12 dicembre 2014: Sciopero Generale!

ESECUTIVO NAZIONALE UIL - COMUNICATO STAMPA Si è riunito l'Esecutivo nazionale dell'Organizzazione per una valutazione del confronto e dei rapporti con il Governo, con particolare riferimento alle vicende di merito che non...

La UILTuCS a Cremona ha una nuova sede!

La UILTuCS a Cremona ha una nuova sede!

In funzione la nuova sede UILTuCS per gli iscritti della provincia di Cremona. ecco i nuovi recapiti: viale Trento e Trieste 44 Tel.: 0372/20856 Fax: 0372/537362 Mail : cremona@uiltucs.it

Meno contratto a termine per i dipendenti di Eatal…

Meno contratto a termine per i dipendenti di Eataly

E' stato siglato in data 5 Novembre l'accordo di stabilizzazione per i dipendenti dI Eataly della sede di Milano.La discussione sindacale è iniziata prima dell'estate da Uiltucs Uil, Filcams Cgil...

Area Sindacale n. 103 - Novembre 2014

Area Sindacale n. 103 - Novembre 2014

  é in linea Area Sindacale n. 103 di Novembre 2014 In questo numero:   I diritti e le manganellate Nuove forme di lavoro sfruttato: Le Cameriere ai piani a cottimo “nessun lavoratore senza diritti, nessuna...

La UILTuCS esprime contrarietà alle modifiche dell…

La UILTuCS esprime contrarietà alle modifiche dell’art. 18 della legge 300/1970

“La UILTuCS esprime contrarietà alle modifiche dell’art. 18 della legge 300/1970”. Si pronuncia in questo modo, nel documento finale, Il X Congresso Nazionale della UILTuCS sulla materia dei licenziamenti. Rendere più facile...

Coop Lombardia: siglate due intese che fanno leva …

Coop Lombardia: siglate due intese che fanno leva sulla formazione

verbale di accordo sulla formazione continua verbale di intesa della commissione assenteismo Premettiamo subito che come ogni buon accordo che si rispetti l’efficacia delle intese che verranno qui descritte sarà misurata dall’effettiva...

Servizio di Consulenza e Assistenza per Custodi

Servizio di Consulenza e Assistenza per Custodi

  Da martedì 7 ottobre e in futuro ogni primo martedì del mese, sarà attivo presso l’ufficio custodi della nostra sede di via campanini,7 (tel. 02 7606791) il servizio di consulenza...

Area Sindacale n. 102 - Ottobre 2014

Area Sindacale n. 102 - Ottobre 2014

  é in linea Area Sindacale n. 102 di Ottobre 2014 In questo numero:   Jobs Act: il problema è il sindacato ideologico, o... l’assenza di argomenti convincenti? Immigrazione: l’inesauribile luttuoso esodo ASPI 2014 Conoscere la Relazione Cottarelli...

Riapre l'Ufficio Vertenze a Monza

Riapre l'Ufficio Vertenze a Monza

La UILTuCS di Monza e Brianza - rappresentante i lavoratori del Turismo, Commercio e Servizi/Terziario - riapre a Monza il SERVIZIO VERTENZE presso la CST UIL di Via Ardigò, 15 - Monza...

Area Sindacale n. 101 - Settembre 2014

Area Sindacale n. 101 - Settembre 2014

  é in linea Area Sindacale n. 101 di Settembre 2014 In questo numero:   Riforma Poletti: la strada per il paradiso lastricata di cattive intenzioniL’ennesima serranda si abbassa su un locale AutogrillAssegni al...

Autogrill Monza (centro commerciale Auchan): chius…

Autogrill Monza (centro commerciale Auchan): chiusa positivamente la trattativa!

A distanza di pochi mesi dalla chiusura degli storici Autogrill di Corso Europa a Milano e di Corsico, il 31 Luglio 2014 si sono spente definitivamente le luci su un...

Firmato l'accordo per il passaggio di 53 punti ven…

Firmato l'accordo per il passaggio di 53 punti vendita da Billa in Gs

  Nella serata del 30 luglio 2014 è stato firmato a Milano dalle Segreterie Nazionali Uiltucs, Filcams, Fisascat l’accordo relativo alla procedura di 428 aperta da Billa e GS S.p.A e...

Gruppo Coin si quota in borsa: banche troppo care!

Gruppo Coin si quota in borsa: banche troppo care!

Il 17 Luglio si è tenuto in Bologna presso l’hotel Excelsior l’incontro con Gruppo Coin per l’annunciata procedura di trasferimento di azienda ex legge 428/1990.Dal 1 agosto 2014 Gruppo Coin...

Area Sindacale n. 100 - Agosto 2014

Area Sindacale n. 100 - Agosto 2014

  é in linea Area Sindacale n. 100 di Agosto 2014 In questo numero:   Intervento di Massimo Aveni Intervento di Roberto Pennati Intervento di Gabriella Dearca Intervento di Bruno Pilo Contratti a termine...

Federdistribuzione e rinnovi contrattuali, proprio…

  Di sicuro il contesto economico di difficoltà nel quale ci troviamo da alcuni anni e da cui stiamo cercando faticosamente di uscire non è il migliore per rinnovare i contratti...

Area Sindacale n. 99 - Luglio 2014

Area Sindacale n. 99 - Luglio 2014

  é in linea Area Sindacale n. 99 di Luglio 2014 In questo numero:   Intervento di Michele TamburrelliIntervento di Nino IlardaIntervento di Marco SorioIntervento di Luca RodilossoIntervento di Sergio Del Zotto   scaricalo!                

Area Sindacale Express!

Se vuoi ricevere nella tua mail il nostro mensile "Area Sindacale", devi solo iscriverti gratuitamente alla Mail List, inserendo il tuo nome e l'indirizzo email dove verrà spedita la newsletter.
Ricordati di rispondere alla mail che ti sarà inviata entro pochi minuti, per confermare l'autenticità della tua adesione

Coin Oviesse

 

 

 

oviesse logoCome programmato negli scorsi incontri,  il 7 gennaio le Organizzazioni Sindacali e Gruppo Coin si sono viste per discutere alcune tematiche legate alla chiusura dei punti vendita di OVS Bresso e Upim Corso Buenos Aires.

Nell’incontro sono state affrontate le ultime ricollocazioni del negozio di Bresso che ha definitivamente chiuso al pubblico in questi giorni. Per quanto concerne invece la filiale di Upim Corso Buenos Aires l’azienda ha confermato la sottoscrizione del contratto di affitto, compresi gli spazi della ex Sma, mentre il consiglio di amministrazione ha confermato il piano di investimenti per il nuovo format OVS che subentrerà alla precedente insegna. I tempi per la realizzazione del nuovo negozio però sono slittati di qualche mese e pertanto il progetto di insediare la nuova realtà Ovs per l’inizio dell’evento Expo 2015 è stato rimandato.

Leggi tutto...

oviesse logoRicollocazione e valorizzazione della professionalità acquisita. Si potrebbe riassumere così  l’incontro, avvenuto il 19 novembre presso l’Hotel  Andriola a Milano, avente lo scopo di affrontare l’impatto occupazionale che potrebbe derivare dalla chiusura/ristrutturazione di due punti vendita della “Oviesse Corporate” più precisamente quello a marchio “Upim” Pop di C.so B.Aires a Milano e quello “Oviesse” allocato all’interno di un centro commerciale a Bresso (MI).
Presenti all’incontro, oltre alle rappresentanze sindacali dei negozi coinvolti, Ugo Turi  e Luciano Guadagno per la Società e Roberta Griffini, Stefano Galli e Roberto Ciccarelli (nell’ordine Filcams, Fisascat e Uiltucs) per le Organizzazioni Sindacali Territoriali.

Leggi tutto...

oviesse logoIl 17 Luglio si è tenuto in Bologna presso l’hotel Excelsior l’incontro con Gruppo Coin per l’annunciata procedura di trasferimento di azienda ex legge 428/1990.
Dal 1 agosto 2014 Gruppo Coin scorpora alcuni negozi della società per costituire una cosiddetta NEW.CO che sarà quotata in borsa. Il gruppo infatti lamenta da tempo l’eccessiva esposizione verso le banche e l’indebitamento che porta a pagare interessi altissimi. Si vuole quindi modificare il rapporto espositivo chiedendo il finanziamento direttamente agli investitori attraverso la quotazione del titolo in borsa che dovrebbe avvenire quando i mercati finanziari saranno più stabili, prevedibilmente ad ottobre.
La new.co prenderà il nome di Oviesse S.p.A. nel momento della quotazione in borsa e raggrupperà tutti i negozi ad insegna Oviesse,  Kids (tot. 479 negozi 5586 dipendenti)  Upim e blu kids più residuale negozi Bernardi 125 p.v. 1145 dipendenti. A questi si aggiungono una parte del personale di sede, circa 348 persone, che oggi sono già focalizzate sulle attività delle filiali che passano alla nuova società. La nuova società sarà quotata per il 30-40% del capitale stimato.

Leggi tutto...

coin palazzo rev1Il giorno 19 maggio la UILTuCS di Milano, insieme alla Filcams e alla Fisascat, ha incontrato i referenti del del Gruppo Coin per analizzare le numerose richieste del personale relative ai trasferimenti di filiale in filiale che vengono segnalate sempre più frequentemente sia nelle assemblee che nei colloqui.

Le richieste di trasferimento sono state oggetto di trattativa nell’ultimo accordo sulla mobilità aziendale sottoscritto con il gruppo risalente al 2013. In quell’accordo, infatti, a fronte di una mobilità aperta sul territorio di Milano che si è tradotta in un esodo incentivato delle persone, le organizzazioni sindacali hanno chiesto di  riorganizzare il presidio lavorativo anche attraverso la gestione delle richieste di trasferimento che numerosi dipendenti fanno periodicamente pervenire all’azienda e al sindacato. Il fenomeno, peraltro, è in forte espansione anche a causa degli orari di lavoro sempre più disagevoli applicati nei punti vendita. Alcune lavoratrici, infatti, abitano dalla parte opposta alla citta rispetto alle filiali dove lavorano e, se part time, gli spostamenti quasi assorbono più tempo e risorse economiche di quelle che vengono introitate, se full time, per lavorare poco più di 7 ore devono impegnare anche 13 o 14 ore del loro tempo di vita perché con la logica dello “spezzato” (di 3 ore o più), diventa comunque impossibile rientrare nei pressi del proprio domicilio dove solitamente si attende alle vicende familiari (commissioni, figli etc.).

Leggi tutto...

coinScarica il contratto integrativo firmato

Scarica la lettera di chiarimenti di Gruppo Coin

Scarica la circolare esplicativa della UILTuCS Nazionale

Martedì 30 aprile 2013 si è svolto a Bologna l’incontro conclusivo fra Gruppo Coin, sindacati e delegati  per siglare l’accordo circa il nuovo contratto integrativo aziendale.  
Le novità sostanziali in esso contenute riguardano l’eliminazione dell’E.R.A sostituito dal nuovo premio e differenti percentuali di maggiorazione per quanto concerne la retribuzione del lavoro domenicale, il tutto tramite scalettatura e definitiva entrata in vigore dal 2015.

 

Leggi tutto...

oviesse logoSi chiude con un accordo sindacale il licenziamento dei 29 dipendenti del gruppo Coin avviato con una procedura di mobilità aperta il 7 marzo 2013.
Come è possibile leggere nelle nostre precedenti comunicazioni l’azienda voleva licenziare gli 8 dipendenti della filiale Oviesse di via Paolo Sarpi e 21 lavoratori dichiarati in esubero in alcune filiali Coin e Upim.
Il 2 aprile, dopo un serrato confronto con Gruppo Coin  sviluppatosi per diversi incontri, le Organizzazioni Sindacali e l’azienda hanno trovato un accordo per assorbire tutti gli esuberi attraverso soluzioni organizzative e con il criterio della messa in mobilità sull’esclusivo criterio della volontarietà.
Scarica l’accordo sindacale per saperne di più

coinRaggiunta finalmente l'intesa con gruppo Coin e scongiurata la disdetta del contratto integrativo. I punti piú ostici della trattativa, quelli relativi alle domeniche e al salario variabile, sono stati chiusi con una mediazione sofferta ma equilibrata rispetto ai rischi della disdetta e alle posizioni iniziali dell'azienda.

Leggi tutto...

In Evidenza

Stiamo rinnovando il CCNL del Terziaio e della Distribuzione Cooperativa

cassa-supermercatoSettembre è il mese della consultazione per l'ipotesi di Piattaforma di Rinnovo del Contratto nelle aziende che applicano il CCNL del Terziario Distribuzione e Servizi e nelle aziende che applicano il CCNL della Distribuzione Cooperativa.

E' quindi avviata la fase di rinnoo di questi due importanti Contratti Collettivi ed in questo spazio renderemo disponibili i documenti che verranno prodotti: